Categorie
CML Estetica Cura del corpo

Il ritorno della bella stagione e i gonfiori alle gambe: come combatterli?

Con l’arrivo della primavera e l’aumento delle temperature, torna anche il desiderio di trascorrere più tempo all’aria aperta, godersi le giornate di sole e sfoggiare i capi leggeri.

Ma per molte persone, questo periodo coincide con la fastidiosa comparsa di gonfiori alle gambe, un problema che può causare disagio estetico e, in alcuni casi, anche disturbi più seri.

Perché le gambe si gonfiano con il caldo?

Le cause del gonfiore alle gambe, noto anche come gambe gonfie o gambe pesanti, possono essere diverse. Tra le più comuni troviamo:

  • Ritenzione idrica: il caldo dilata i vasi sanguigni, favorendo la fuoriuscita di liquidi dai capillari e il loro accumulo nei tessuti interstiziali, in particolare nelle zone più declivi del corpo come le gambe.
  • Circolazione linfatica lenta: il sistema linfatico è responsabile del drenaggio dei liquidi in eccesso dai tessuti. Se questo processo è rallentato, i liquidi tendono a ristagnare, causando gonfiore e pesantezza alle gambe.
  • Stile di vita sedentario: la mancanza di movimento muscolare ostacola il ritorno venoso e linfatico, favorendo l’accumulo di liquidi negli arti inferiori.
  • Fattori ormonali: le donne, soprattutto durante il ciclo mestruale o in gravidanza, possono soffrire di gonfiore alle gambe a causa delle fluttuazioni ormonali.
  • Assunzione di farmaci: alcuni farmaci, come i cortisonici o gli antipertensivi, possono avere come effetto collaterale il gonfiore alle gambe.
  • Patologie preesistenti: in alcuni casi, il gonfiore alle gambe può essere un sintomo di patologie più serie, come insufficienza venosa o cardiaca, problemi renali o epatici.

Cosa fare per combattere il gonfiore alle gambe?

Fortunatamente, esistono diversi rimedi per combattere il gonfiore alle gambe e ritrovare leggerezza e benessere:

  • Bere molta acqua: può sembrare paradossale, ma bere molta acqua aiuta a drenare i liquidi in eccesso dai tessuti. Inoltre, è importante evitare le bevande alcoliche e zuccherine che tendono a disidratare l’organismo.
  • Seguire una dieta sana e bilanciata: una dieta ricca di frutta, verdura e fibre aiuta a regolarizzare la funzionalità intestinale e a contrastare la ritenzione idrica.
  • Praticare attività fisica regolarmente: l’attività fisica, anche leggera come una camminata quotidiana, favorisce la circolazione sanguigna e linfatica, aiutando a ridurre il gonfiore alle gambe.
  • Mantenere il peso corporeo sotto controllo: l’eccesso di peso corporeo può peggiorare il problema del gonfiore alle gambe.
  • Indossare calze e scarpe comode: evitare calze troppo strette che possono ostacolare la circolazione. Le scarpe dovrebbero avere un tacco moderato e una buona suola per sostenere il piede.
  • Dormire con le gambe leggermente elevate: questo semplice accorgimento può aiutare a migliorare il drenaggio dei liquidi dalle gambe durante la notte.
  • Applicare impacchi freddi: applicare impacchi freddi sulle gambe per alcuni minuti può aiutare a ridurre il gonfiore.
  • Utilizzo di bende drenanti: Utilizzare le bende drenanti per gambe può risultare un’ottima soluzione per gonfiore e cellulite.
  • Fare massaggi drenanti: i massaggi drenanti possono essere un valido aiuto per migliorare la circolazione e ridurre il gonfiore alle gambe.
  • Assumere integratori alimentari: in alcuni casi, può essere utile assumere integratori a base di piante con proprietà diuretiche e drenanti, come il mirtillo rosso o l’equiseto.

Quando è necessario rivolgersi al medico?

Se il gonfiore alle gambe è accompagnato da altri sintomi, come dolore, arrossamento, calore o difficoltà a camminare, è importante rivolgersi al medico per escludere la presenza di patologie più serie.

Con alcuni semplici accorgimenti e, in caso di necessità, con l’aiuto del medico, è possibile combattere efficacemente il gonfiore alle gambe e godersi appieno la bella stagione senza disagi.